A Monteriggioni, nel suggestivo contesto della provincia di Siena, si è svolta la prima edizione del Corso di Guida "Fleet Manager Responsabili", che ha coinvolto importanti decisori aziendali per due giorni intensi di formazione. L'evento, privo di circuiti tradizionali ma ricco di approfondimenti, ha introdotto i partecipanti al rinomato "Metodo Ciuffi", coprendo temi vitali come la responsabilità legale, sociale, ambientale, la sicurezza e il benessere dei dipendenti. Questo corso ha sottolineato l'importanza della formazione continua per mantenere i conducenti aggiornati sulle migliori pratiche di guida sicura, sostenibile e responsabile.

Corso D6 Drive Responsibly: parterre di esperti del settore

Il corso D6 Drive Responsibly ha visto la partecipazione di figure chiave nel panorama del fleet management italiano, tra cui Ricciardo Muradore di Beiersdorf Italia e Nicola D’Onofrio del Bomi Group. Altri partecipanti di spicco includevano Alessandro Benoldi di Cedacri Group, Luca Scafidi di Chanel Italia e Michele Ceccarelli di Madilo, tra gli altri. Questi professionisti rappresentano diverse realtà aziendali che si stanno orientando sempre più verso una gestione responsabile e sostenibile delle flotte aziendali.

D6 Drive Responsibly, il 'Metodo Ciuffi'

Il corso D6 Drive Responsibly su strada ha adottato il "Metodo Ciuffi", sviluppato da Paolo Ciuffi, pilota professionista e istruttore di guida responsabile dal 1989. Questo metodo si distingue per il suo approccio didattico pratico, incentrato sull'uso quotidiano del veicolo in condizioni reali di traffico, combinando le competenze tecniche con un forte focus sulla sicurezza e sul benessere del conducente. Gli aneddoti dal mondo dello sport e un'attenzione personalizzata completano l'offerta formativa, rendendo l'apprendimento sia efficace che piacevole.

D6 Drive Responsibly, rilevanza dell'investimento in formazione

Recenti studi, inclusi i dati dell'Arval Mobility Observatory, evidenziano che meno del 10% delle aziende con flotte riconosce il vantaggio competitivo nell'investire in competenze di guida avanzate per i propri dipendenti. Nonostante questo, il miglioramento delle competenze di guida ha un impatto significativo sugli esiti economici, ecologici e sociali delle aziende, contribuendo alla realizzazione degli obiettivi di sostenibilità globale e rispetto dei criteri ESG.

D6 Drive Responsibly, i benefici del corso

Durante il corso, i manager hanno esplorato come la formazione specifica offerta dal corso "D6 Drive Responsibly" possa tradursi in benefici tangibili per le aziende in diversi settori. Tra questi, la sicurezza migliorata sulle strade, la riduzione dello stress e del disagio fisico per i conducenti, un'efficienza maggiore nei consumi di carburante e energia, minori costi di manutenzione e una riduzione delle spese assicurative e di noleggio grazie alla diminuzione del rischio di incidenti.

Vantaggi e impatto del metodo D6

Il "Metodo D6" ha dimostrato di poter offrire un miglioramento sostanziale nelle performance di guida, con una riduzione significativa dei consumi di carburante fino al 35% e dell'energia delle batterie fino al 55%. Inoltre, contribuisce alla riduzione dell'usura dei componenti del veicolo, con conseguente diminuzione dei costi di manutenzione e incremento del valore residuo dei mezzi. Questi vantaggi sottolineano l'importanza di una strategia proattiva nella formazione dei conducenti, essenziale per una gestione efficace e responsabile delle flotte aziendali.