Addio FCA Bank: nasce Credit Agricole Auto Bank

Giacomo Carelli: «Venderemo auto a meno di 100 euro a rata»

È nata ufficialmente Credit Agricole Auto Bank, azienda che raccoglie il testimone di FCA Bank con l’obiettivo di diventare uno dei principali attori indipendenti nel settore del finanziamento e della mobilità. L’occasione per annunciare la nascita e gli sviluppi futuri della nuova banca, avvenuta a seguito dell’acquisizione del 100% delle quote da parte di Crédit Agricole Consumer Finance, è stato l’evento organizzato a Torino, presso la prestigiosa location della Mole Antonelliana: «Oggi si apre un nuovo capitolo nella storia del nostro gruppo e dell’intera mobilità in tutta Europa, che affrontiamo forti di un bagaglio di esperienza centenario. - le parole di Giacomo Carelli, CEO & General Manager di FCA Bank - E nasce a Torino, qui dove è nato tutto 100 anni fa. Vogliamo proseguire sulla strada dell’innovazione, da Torino dove è iniziato il nostro percorso di crescita internazionale».

Addio FCA Bank, nasce CA Auto Bank

Prosegue ancora Giacomo Carelli: «Oggi siamo presenti in 17 paesi europei e nel bacino sud del Mediterraneo. E qui, a Torino, abbiamo le nostre radici ed è qui che intendiamo rimanere in futuro. D’altronde tutto è cominciato addirittura nel 1925, quando venne venduta a rate la prima Fiat 509. Ed è sempre da Torino che partì Sava, per sostenere il commercio di autoveicoli». Gli fa eco Stéphane Priami, CEO di Crédit Agricole Consumer Finance e Presidente di FCA Bank: «La nostra storia inizia nel 2019 e subito ci siamo resi conto che il mondo stava cambiando rapidamente. Oggi le auto elettriche e ibride costano molto di più, ci devono essere modelli di finanziamento adeguati». E sarà proprio questo il punto di forza della neonata CA Auto Bank: «Oggi siamo l’unica banca indipendente della mobilità che opera come una Captive, perché siamo un player non legato ad una singola casa o ad un costruttore, ma abbiamo alle spalle un know how unici, frutti del nostro passato. - precisa ancora Giacomo Carelli - cambia nome e marchio, ma cambia anche la nostra natura; noi intendiamo collaborare con tutti gli operatori del settore, dalle case costruttrici alle concessionarie e piattaforme online. Garantendo accesso alla mobilità verde e green e per farlo abbiamo ampliato il raggio di azione, dalle auto ai caravan, fino alle macchine agricole e alla nautica; porteremo la nostra vocazione alla sostenibilità e all’auto green. La transizione comporta dei costi che potrebbero non essere alla portata della classe media e forse ancora per molto tempo. Per questo venderemo auto a meno di 100 euro di rata, di modo che tutti possano accedere anche ad auto green».

I numeri di CA Auto Bank

CA Auto Bank parte con 1.900 colleghi dislocati in tutta Europa, di cui 500 in Italia con la stragrande maggioranza ubicata a Torino e nella sede operativa di Drivalia a Roma: «Oggi c’è grande interesse, è ovvio che se dovessero crescere i numeri in maniera importante, anche oltre i 10 miliardi di impieghi entro il 2026, avremo bisogno di nuove risorse in diversi settori e inizieremo ovviamente dall’Italia. La mobilità urbana? Abbiamo già iniziato anche in questo settore, con Fantic, ad occuparci delle bici elettriche.è un’area molto interessante in forte espansione che vogliamo presidiare».